Società Italiana di Neurosonologia ed Emodinamica Cerebrale

SINSEC

Statuto

Art. 1) È costituita una Associazione denominata “SOCIETÀ ITALIANA DI NEUROSONOLOGIA ED EMODINAMICA CEREBRALE” enunciata anche “SINSEC”

Art. 2) L’associazione è apolitica, apartitica ed aconfessionale e non ha fini di lucro. L’Associazione si propone di perseguire le seguenti finalità:

– riunire coloro che si dedicano allo studio della neurosonologia e/o dell’emodinamica cerebrale. L’associazione difende il prestigio, gli interessi dei suoi soci, promuove i progressi delle ricerche facilita i rapporti tra i cultori di questa materia, stabilisce relazioni con associazioni scientifiche italiane, straniere ed internazionali;

– promuovere ed incrementare studi e ricerche nel campo delle neurosonologia e/o dell’emodinamica cerebrale;

– divulgare i risultati di attività di studi e ricerche o di messe a punto dottrinali nel campo della neurosonologia e/o dell’emodinamica cerebrale, mediante pubblicazioni, conferenze, congressi seminari e quant’altro utile alla diffusione e valorizzazione dei detti risultati;

– mediante opportuni interventi, borse di studio e rimborso spese l’associazione può contribuire finanziariamente:

a) alla formazione di medici o altro personale (tecnico, paramedico, amministrativo), che svolgano la propria attività nel campo della neurosonologia e/o dell’emodinamica cerebrale;

b) alla promozione di studi sulla applicazione degli ultrasuoni in neuroscienze e/o sull’emodinamica cerebrale, anche mediante sovvenzioni a studiosi che vogliano partecipare a convegni, congressi o corsi di aggiornamento in sedi qualificate in Italia od all’estero.

La sede della Società coincide con quella del Segretario-Tesoriere.

Art. 3) L’Associazione può svolgere la sua attività in collaborazione con qualsiasi altra Istituzione pubblica o privata, Ospedaliera o Universitaria, nell’ambito degli scopi statutari.

Art. 4) I soci sono distinti nelle seguenti categorie: soci effettivi, soci corrispondenti stranieri, soci onorari, soci sostenitori.

I Soci effettivi possono essere cittadini italiani, che svolgono nel campo medico e tecnico documentata attività concernente l’applicazione degli ultrasuoni alla diagnosi delle malattie del sistema nervoso e lo studio dell’emodinamica cerebrale. La domanda scritta, corredata dai titoli del candidato , e di dichiarazione di espressa accettazione del presente Statuto, deve essere indirizzata al Consiglio Direttivo, nella persona del Segretario – Tesoriere, dell’Assemblea dei Soci. Il Segretario dovrà portare le domande al Consiglio che può effettuare la nomina. Il segretario informerà gli interessati dell’esito della loro domanda e sull’ammontare della quota dovuta.

I Soci Corrispondenti Stranieri possono essere gli stranieri che si occupano di neurosonologia e/o di emodinamica cerebrale. La nomina é fatta dal Consiglio Direttivo, su proposta di uno dei suoi membri o di due soci effettivi. I soci corrispondenti stranieri non devono versare la quota associativa e non hanno diritto di voto in Assemblea.

Soci Onorari possono essere nominati coloro che hanno contribuito in maniera rilevante al progresso della neurosonologia e/o dell’emodinamica cerebrale. La nomina dei soci onorari viene fatta dall’Assemblea a maggioranza assoluta su proposta di due soci effettivi . i soci onorari non devono versare la quota associativa e non hanno diritto di voto in Assemblea.

Soci Sostenitori possono essere nominati dal Consiglio Direttivo gli Enti privati e pubblici, gli Istituti, le persone fisiche e giuridiche che contribuiscono alle attività della SINSEC. I soci sostenitori non hanno diritto di voto in Assemblea.

Art. 5) Per il raggiungimento delle sue finalità statutarie la SINSEC potrà disporre dei seguenti beni e mezzi finanziari:

a) quote annuali di partecipazione degli associati; b) contributi finanziari ordinari o straordinari da parte dello Stato, di Pubbliche Amministrazioni o di Enti Nazionali, Locali e vari; c) elargizioni di privati cittadini o di Private Istituzioni.

Art. 6) Sono Organi dell’Associazione: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo.

Art. 7) L’Assemblea è ordinaria e straordinaria. Hanno diritto a prendervi parte tutti i soci effettivi in regola con il pagamento della quota sociale. Ogni socio, con regolare delega, può farsi rappresentare nell’Assemblea da un altro socio, ma ogni partecipante non può essere investito che di due sole deleghe. L’Assemblea ordinaria é convocata in occasione del Congresso Nazionale, almeno un mese prima della data fissata per l’adunanza, mediante avviso spedito ( per posta o per e-mail ) dal Segretario o dall’Organizzazione del Congresso contenente il giorno, l’ora ed il luogo dell’adunanza e l’ordine del giorno. Sarà inoltre convocata tutte le volte che il Consiglio direttivo lo ritenga opportuno o ne sia fatta richiesta motivata da almeno un terzo dei soci. L’Assemblea straordinaria, convocata con le stesse modalità di quella ordinaria, delibera sulle modifiche dello Statuto (e dell’Atto Costitutivo) e su tutti gli argomenti che la legge riserva alla sua competenza.Ad ogni modifica dello Statuto approvata, il Consiglio Direttivo viene considerato dimissionario e resta in carica fino alla prossima nuova elezione. I membri del Consiglio Direttivo ( Presidente, Segretario/Tesoriere, Consiglieri ) dovranno soggiacere a nuova votazione.  Perché l’Assemblea sia valida, in prima convocazione deve prendervi parte almeno la metà più uno dei soci effettivi; in seconda convocazione é sufficiente che sia presente personalmente o per delega un terzo dei Soci , in regola con il pagamento delle quote sociali, a maggioranza di tre quarti. L’Assemblea sia ordinaria che straordinaria potrà essere effettuata anche attraverso la posta elettronica ( email ): ogni socio, munito di indirizzo email, potrà essere raggiunto dalla comunicazione della data dell’Assemblea e, confermata la propria disponibilità al voto, procedere alla votazione.Con la stessa modalità si procederà alla votazione per il rinnovo / elezione del Consiglio Direttivo. La votazione con delega (ogni socio, con regolare delega, può farsi rappresentare nell’Assemblea da un altro socio, ma ogni partecipante non può essere investito che di due sole deleghe.) sarà in essere fino a quando la votazione elettronica non sarà completamente attiva. Questa valutazione spetterà al Consiglio Direttivo in carica che delibererà questo passaggio mediante semplice notifica / modifica.
Art. 8) L’Assemblea ordinaria, anche in mancanza delle formalità sopra descritte, sarà validamente costituita se sono presenti tutti i soci ed é presente l’intero Consiglio Direttivo. L’Assemblea Ordinaria ha i poteri necessari per conseguire gli scopi sociali. In particolare: a) elegge il Consiglio Direttivo; b) nomina gli scrutatori per le operazioni di voto; c) discute ed approva il bilancio ed il rendiconto consuntivo; d) discute ed approva il bilancio di previsione; e) delibera sugli argomenti posti all’ordine del giorno; f) delibera sui casi controversi di nomina e decadenza dalla qualità di socio; g) sceglie il luogo e le modalità dei Congressi su proposta del Consiglio Direttivo, al quale i soci potranno far giungere i loro suggerimenti al riguardo; h) affida al Consiglio Direttivo particolari specifiche mansioni e decisioni. Per le voci di cui alle lettere b),f),g),e) delibera a maggioranza semplice e voto palese. Per le voci di cui alla lettera a) l’Assemblea deve deliberare con votazione segreta.

Per le voci di cui alle lettere c),d),h) l’Assemblea deve deliberare con votazione segreta se ciò viene richiesto da almeno un terzo dei partecipanti alla stessa.

Ogni socio effettivo iscritto da almeno tre mesi ha a disposizione un voto per l’elezione di ogni membro del Consiglio Direttivo.

Art. 9) L’Assemblea é presieduta dal Presidente. In sua assenza presiede il Consigliere più anziano. Il Presidente ha la firma e la rappresentanza della Società di fronte a terzi e sta in giudizio.

Art. 10) L’Associazione é retta da un Consiglio Direttivo che dura in carica un biennio. Esso é formato dal Presidente, da un Presidente Eletto,da un Segretario – Tesoriere, che ha voto in consiglio e da otto consiglieri. Il Presidente, eletto dal Consiglio Direttivo, resta in carica per due anni, nel corso dei quali non può recedere dall’incarico se non per gravi e documentati motivi presentati al Consiglio Direttivo. Il Presidente Eletto assumerà la carica di Presidente e porterà a termine l’incarico fino alla scadenza del biennio. Al sostituto del Presidente é riconosciuta solo in via transitoria fino al termine del mandato, in caso di votazione la possibilità di un voto con valore doppio. Qualunque membro del Consiglio Direttivo che si dimetta dalla propria carica consentirà l’ingresso del primo nominativo non eletto presente nella lista risultante dalla ultima votazione per il rinnovo del Consiglio Direttivo., sarà sostituito da un membro eletto in via straordinaria alla prima Assemblea e decadrà al termine del mandato del Consiglio Direttivo in carica. I Consiglieri possono essere eletti solo per il biennio successivo. Il Segretario-Tesoriere può essere eletto per tre mandati successivi (cioè sei anni). Al termine del mandato il Presidente Eletto prenderà il posto del Presidente in carica ,  e non soggiace ad alcuna votazione. Al termine del mandato il Presidente assume la figura del Past-President, partecipa alle riunione del Consiglio Direttivo con diritto di voto.

Al Consiglio Direttivo partecipa il Presidente in carica SIN ( Società Italiana di Neurologia ) con diritto di voto “. ( come stabilito dall’articolo 25 dello statuto SIN , che si può scaricare dal sito www.neuro.it.). Il Consiglio Direttivo della SINSEC può decidere , a maggioranza semplice , la recessione da “ Società Autonoma Aderente”.

Viene istituito il Collegio dei Probi Viri, composto da tre soci effettivi o onorari di provata esperienza e di ineccepibili doti morali. Al Consiglio Direttivo spetta la nomina dei membri del Collegio dei Probi Viri. Il Collegio viene convocato dal Presidente, dopo avere consultato il Consiglio Direttivo ed averne ottenuto il consenso. Le controversie riguardanti la vita societaria potranno essere discusse in Assemblea, presenti tutti i Probi Viri. Il Collegio dei Probi Viri non soggiace a scadenza né ad elezione per votazione; ogni membro del collegio ha facoltà di recedere dal proprio incarico qualora lo richieda.

L’Assemblea può eleggere, su richiesta del Consiglio Direttivo, a maggioranza assoluta e con voto palese, un Presidente Onorario. Il Presidente onorario é un titolo onorifico da attribuire ad uno studioso che, oltre ad aver svolto ricerche nel campo della neurosonologia e dell’emodinamica cerebrale, abbia contribuito alla sua diffusione in Italia.

Art. 11) Il presidente convoca e presiede le adunanze del Consiglio Direttivo e ne esegue o ne fa eseguire le deliberazioni. Compie tutti gli atti di ordinaria amministrazione Il Segretario – Tesoriere, oltre agli obblighi indicati nel presente statuto, mantiene i rapporti tra il Consiglio Direttivo ed i singoli soci, e secondo le indicazioni del Consiglio Direttivo, con le Associazioni scientifiche italiane, straniere ed internazionali. Egli cura la riscossione delle quote sociali e l’amministrazione dei fondi della Associazione. Il Segretario – Tesoriere ha il potere di rappresentanza della SINSEC di fronte a Istituzioni bancarie per i rapporti correnti di ordinaria amministrazione; deve avere la approvazione preventiva dell’Assemblea per impegnare la SINSEC in operazioni che eccedano l’ordinaria amministrazione (concessione di fidi, prestiti, scoperti di c/c, ecc.).

Art. 12) Il Consiglio Direttivo dirige ed amministra la SINSEC. Convoca l’Assemblea ordinaria e straordinaria con le modalità indicate dall’Art. 8) e dirige l’attività della SINSEC secondo gli indirizzi espressi in Assemblea. Il Consiglio Direttivo, a cui spetta collegialmente la funzione di coordinare l’attività dell’Associazione, può deliberare su qualsiasi argomento riguardi l’attività sociale, e qualora ne ravvisi la necessità, senza la convocazione dell’Assemblea. La delibera che ne scaturirà sarà comunicata tempestivamente a tutti i soci in regola con la quota dell’anno in corso a mezzo posta elettronica od ordinaria. Compete al Consiglio Direttivo stabilire annualmente la quota associativa. Il Consiglio Direttivo é convocato presso la sede o altro luogo ,per lo studio e l’approvazione dei programmi dell’Associazione e del bilancio almeno una volta l’anno, e ogni qualvolta il Presidente ne ravvisi l’opportunità o ne facciano richiesta altri due membri. Le deliberazioni sono prese a maggioranza semplice dei suoi componenti. Il Consiglio Direttivo deve redigere ogni anno una relazione sull’attività della SINSEC e sulle iniziative da prendere entro l’anno successivo e nell’ulteriore futuro.

Art. 13) Le delibere dell’Assemblea e del Consiglio sono trascritte in apposito libro dei verbali a cura del Segretario , e saranno sottoscritte da chi ha presieduto la seduta e da chi ha svolto le funzioni di Segretario. Il Segretario – Tesoriere avrà cura di fare avere copia integrale del verbale di assemblea a tutti i soci e del verbale del Consiglio Direttivo a tutti i membri dello stesso. Qualunque controversia sulla stesura del verbale del Consiglio Direttivo sarà oggetto di discussione nella seduta successiva del Consiglio Direttivo.

Art. 14) Tutte le cariche sociali sono gratuite.

Art. 15) L’esercizio sociale si chiude il 31 ( trentuno ) dicembre di ogni anno.

Art. 16) Il Consiglio Direttivo, alla fine di ogni biennio predisporrà il bilancio consuntivo e preventivo che sottoporrà all’approvazione dell’Assemblea.

Art. 17) Almeno ogni due anni sarà tenuta una riunione della Società sotto forma di Congresso scientifico, nel luogo e con le modalità che saranno stabilite dall’Assemblea. Spetta al Consiglio Direttivo la direzione delle discussioni scientifiche. Il Consiglio Direttivo può affidare l’organizzazione del congresso ad un socio che ne sarà responsabile di fronte al Consiglio stesso e di fronte all’Assemblea. Il Consiglio Direttivo , di sua iniziativa, od in seguito a proposta scritta presentata da almeno un terzo dei soci effettivi, potrà indire riunioni scientifiche straordinarie in Italia ed in altri Paesi, convocando tutti i soci ed invitando cultori eminenti della materia anche se non appartenenti alla SINSEC. Nell’anno in cui non si tiene il Congresso Nazionale, può essere indetta una riunione, con il patrocinio della Società, in forma di Corso o di Aggiornamento.

Art. 18) Per quanto non espressamente previsto nel presente Statuto si fa riferimento alle norme del C.C.